Michele Maria Franceschi

Michele Maria Franceschi

Sono nato ai piedi delle Piccole Dolomiti e da subito mi sono ritrovato a vivere come Heidi, anzi Peter tra pecore, api e torrenti pieni di gamberi. Poi sono calato in pianura per laurearmi in Scienze Forestali e sognare paesi e genti che non conoscevo. Ho sempre girovagato per boschi, prati curioso e affamato di conoscere, mi sono riempito la testa di leggende e culture altre poi sono migrato sotto l’equatore e ho scoperto l’amore per gli animali selvatici e per le culture della Madre Terra, tornando ho cominciato a fare la Guida Naturalistica Ambientale in giro per il Veneto…e l’Africa. Negli intervalli vengo punto dalle mie api, poto olivi e pianto meli antichi…e vedo crescere i miei figli, e ciò mi sembra bello. Parlo, ascolto, osservo, mostro, chiedo, rispondo con tanto entusiasmo, forse può servire per un mondo migliore.



I viaggi di: Michele Maria Franceschi

A piè leggero nella Conca di Smeraldo

26 Giugno 2020

Ripercorreremo le strade tracciate dagli antichi Cimbri, strade ora dimenticate, ma che collegano contrade con malghe, malghe con paesi, pascoli con boschi, mucche con stalle, nella speranza giocosa di riscoprire come si fa a camminare, a pascolare, a fare il formaggio, insomma a vivere semplicemente. Anche per famiglie con bambini dagli 8 anni in su


Namibia: a piedi nel deserto più antico

11 Luglio 2020

La Namibia è sicuramente uno dei luoghi più strani ed affascinanti del pianeta, paese di record e delle stranezze, il paese del deserto più antico del mondo


La Grande Guerra nella Val Leogra: tra prima linea e retrovie

15 Agosto 2020

Questo viaggio ci riporterà indietro nel tempo di cent’anni: dormiremo in una contrada antica, cammineremo in mulattiere della memoria e capiremo com’era la vita in questa vallata ai tempi della Grande Guerra. Le nostre giornate saranno ricche di passi e ogni giorno calpesteremo un monte diverso, dalle bianche rocce dell’imponente Pasubio ai dolci pendii del Summano, passando attraverso trincee e forti, cicatrici indelebili di una guerra che ha segnato i nostri monti ed il mondo


L’Altopiano di Asiago,un teatro di grandi battaglie

25 Agosto 2020

Come diceva Mario Rigoni Stern: “La memoria è necessaria, dobbiamo ricordare perché le cose che si dimenticano possono ritornare”. Ed è probabilmente un viaggio della Memoria quello proposto in questi 5 giorni nella terra dello scrittore vicentino. La grande bellezza dell’Altopiano, con la sua cultura unica, i suoi boschi e le sue montagne, e la brutalità dei segni lasciati dalla Prima Guerra Mondiale, fanno di questo viaggio un’occasione unica per riflettere, passeggiare, conoscere e ricordare


cansiglio

Camminando nella foresta del Cansiglio

8 Ottobre 2020

La foresta del Cansiglio è un luogo dolce, di pace, ma pieno di mistero , dove l'uomo fin dal neolitico è salito per cacciare, senza mai prendervi dimora, perché troppo il freddo d'inverno, e forte l’eco di certe magie. La Cansseia, (l’antico nome de Cansiglio) è una foresta bella e immutabile. Con il legno dei suoi faggi si costruivano i remi della Serenissima e con i suoi larici venne costruita la flotta di Napoleone.


Piccole Dolomiti a Capodanno

28 Dicembre 2020

Recoaro giace in una conca verde smeraldo e come nelle favole una corona di guglie bianche sembrano proteggerla e adornarla. Alle pendici della dolomia ciaspoleremo incontrando malgari e camosci


cimbri

Tra i Cimbri delle Piccole Dolomiti: La chiamata di Marzo

21 Febbraio 2021

Trekking da confermare per il prossimo anno

Da quasi mille anni i Cimbri delle Alte Valli Vicentine attendono l'ultima domenica di febbraio per vestirsi a festa e scendere in paese per festeggiare la fine dell'inverno e l'arrivo della primavera. Con scadenza biennale, il rito si ripete, con un'allegra carrellata di mestieri e ambientazioni ormai relegate nella memoria. Scopriremo questo rito e ciaspoleremo incontrando malgari e camosci nella conca dolomitica di Recoaro



Back to Top ↑