Emanuela Rossi

Emanuela Rossi

Amo camminare e chiacchierare, amo leggere e osservare, amo condividere gli spazi che conosco e scrivere di tutto ciò. Faccio la guida ambientale escursionistica e turistica da oltre 25 anni, prima in Toscana e Liguria ora anche tra Puglia e Basilicata, con immutata passione e curiosità per il mondo. Ti invito ad un viaggio: scendi a conoscere il sud con i piedi.



I viaggi di: Emanuela Rossi

La Via Francigena Salentina da Lecce ad Otranto

23 Febbraio 2020

Si parte da Lecce e lungo viabilità minore si cammina verso Otranto toccando i borghi di Merine, Acaya, Acquarica, Calimera, Martano, Carpignano, Vernole, Serrano, Cannole, Palmariggi, Giurdignano e Otranto. Ogni borgo è accogliente e ci presenta il suo carattere, sia esso megalitico, romano, bizantino, medievale o rinascimentale


LE TAVOLE DI SAN GIUSEPPE -un rito antico nel cuore del Salento-

16 Marzo 2020

Si parte dal Otranto e ci si ritorna dopo aver camminato lungo l’area protetta costiera che qui ha origine in uno dei tratti di costa più spettacolari del Salento. Poi si devia verso l’interno e si attraversa un’area a grande densità di megaliti e per questo chiamata il Giardino megalitico d’Italia. Trekking alla scoperta dei riti delle Tavole di San Giuseppe, sperimentandone tutti gli aspetti


Bagno di foresta sulle dolomiti lucane

25 Agosto 2020

Viaggio ombroso e paesaggistico al contempo per la possibilità di attraversare la foresta di Gallipoli Cognato e godere ogni giorno del sentore del bosco e dei paesaggi sulle creste frastagliate che per un’illusione ottica ricordano quelle geologicamente dolomitiche


Capodanno in Salento: parco di Portoselvaggio, masserie e le ville delle Cenate

28 Dicembre 2020

Trekking da confermare per il prossimo anno

Si parte dal mare e camminando lungo la costa bassa, dalla località Frascone si attraversa il parco “Portoselvaggio e Palude del Capitano” incontrando le spundurate (laghetti di origine carsica), una via del sale, l’ampia baia di Uluzzo, ricca di testimonianze preistoriche di grande valore. Nel paesaggio del parco e delle sue immediate pertinenze, il viaggio esprime il suo forte carattere storico culturale ed enogastronomico, tra pietanze locali e cibo a km 0.



Back to Top ↑