Emanuela Rossi

Emanuela Rossi

Amo camminare e chiacchierare, amo leggere e osservare, amo condividere gli spazi che conosco e scrivere di tutto ciò. Faccio la guida ambientale escursionistica e turistica da oltre 25 anni, prima in Toscana e Liguria ora anche tra Puglia e Basilicata, con immutata passione e curiosità per il mondo. Ti invito ad un viaggio: scendi a conoscere il sud con i piedi.



I viaggi di: Emanuela Rossi

Capodanno in Salento: parco di Portoselvaggio, masserie e le ville delle Cenate

28 Dicembre 2019

Si parte dal mare e camminando lungo la costa bassa, dalla località Frascone si attraversa il parco “Portoselvaggio e Palude del Capitano” incontrando le spundurate (laghetti di origine carsica), una via del sale, l’ampia baia di Uluzzo, ricca di testimonianze preistoriche di grande valore. Nel paesaggio del parco e delle sue immediate pertinenze, il viaggio esprime il suo forte carattere storico culturale ed enogastronomico, tra pietanze locali e cibo a km 0.


La Via Francigena Salentina

23 Febbraio 2020

Si parte da Lecce e lungo viabilità minore per lo più asfaltata si cammina verso Otranto toccando i borghi di Merine, Acaya, Acquarica, Calimera, Martano, Carpignano, Vernole, Serrano, Cannole, Palmariggi, Giurdignano e Otranto. Ogni borgo è accogliente e ci presenta il suo carattere, sia esso megalitico, romano, bizantino, medievale o rinascimentale


LE TAVOLE DI SAN GIUSEPPE -un rito antico nel cuore del Salento-

16 Marzo 2020

Si parte dal Otranto e ci si ritorna dopo aver camminato lungo l’area protetta costiera che qui ha origine in uno dei tratti di costa più spettacolari del Salento. Poi si devia verso l’interno e si attraversa un’area a grande densità di megaliti e per questo chiamata il Giardino megalitico d’Italia


Bagno di foresta sulle dolomiti lucane

25 Agosto 2020

Viaggio ombroso e paesaggistico al contempo per la possibilità di attraversare la foresta di Gallipoli Cognato e godere ogni giorno del sentore del bosco e dei paesaggi sulle creste frastagliate che per un’illusione ottica ricordano quelle geologicamente dolomitiche



Back to Top ↑